giovedì 30 settembre 2010

Il Vecchio e il Nuovo


salve stranieri,
a volte nella vita sembra di trovarsi dentro la scena di un film... ci si rende conto di quanto alcune cose siano reali; quello che ci sembrava frutto dell'immaginazione di un regista, in realtà esiste davvero!!!
proprio ieri, durante il mio periodo di affiancamento al cinema, è venuta la cassiera che per anni ha lavorato al posto che stavo occupando io.
una bella signora, sveglia, precisa, molto affasciante e sicuramente bravissima nel suo lavoro.
era venuta a prendere le cose che aveva lasciato durante i suoi lunghissimi anni di servizio.

per me è stato come vedere un vero e proprio cambiamento.
il vecchio che lascia spazio al nuovo quasi come se si trattasse di un ciclo vitale.
era evidente quanto la signora amasse il suo lavoro ed il posto dove lavorava, probabilmente anche il cinema avrebbe sentito la sua mancanza, io lo avvertivo.
cortesemente ha augurato un grande in bocca al lupo a me e ad un'altra ragazza, era sincera e mi dispiaceva andasse via.

il rinnovo è sempre necessario, ma forse solo per aver qualche cambiamento, il vecchio spesso funziona anche troppo bene, sa cose che il nuovo forse non saprà mai... o almeno non saprà per un bel pò di tempo.
era un pò come vedere il computer e la stampante che prendono il posto del vecchi biglietti a mano.
tutti sono consapevoli del fatto che quelli a mano funzioneranno sempre, quelli computerizzati a volte si incepperanno, eppure vincono quest'ultimi.
probabilmente molti penseranno che questo post sia una noia mortale, che io su una cosa tanto normale e banale ci ho ricamato sopra peggio di una ricamatrice; probabilmente è vero, ma quelle immagini nella mia mente sono rimaste tanto vive da desiderare di raccontarle per non dimenticarle con il passare del tempo.

8 commenti:

  1. e quindi adesso se trovassi per caso in qualche vecchio deposito un qualche vecchio film in bianco e nero che sembra non sia mai esistito saprei a chi rivolgermi per vederlo

    RispondiElimina
  2. @stealthisnick esatto... ora sarebbe proprio il momento giusto ;)

    RispondiElimina
  3. Anna penso che il tuo post sia solo di una persona che ha una sensibilità superiore alla media che le permette di vedere cose che agli altri non noteranno mai.

    Dal canto mio posso solo dirti che quella signora era così perché era piena di ricordi, e molte volte questi, coincidono con la nostalgia. Comunque bell'intervento. Ciao ed alla prossima!

    RispondiElimina
  4. eh! Chissà che non nasca un "Nuovo Cinema Paradiso"

    RispondiElimina
  5. bellissimo è una riflessione meravigliosa. anche io sono in questo periodo...il tempo non ha pietà...la vita è fatta di cicli che negli estremi si ripetono sempre uguali, di generazione in generazione(nascita-amici-amore-lavoro...)chissà se anche quella signora ha assistito a suo tempo a una scena del genere(la cassiera anziana che lasciava il posto a lei ragazzina)

    RispondiElimina
  6. @Valerio Narcisi ti ringrazio Valerio, apprezzo moltissimo quello che hai scritto!!! :D
    @Bruno ... chissà ;)
    @Pekerman già è la natura delle cose, ma per quanto si ripeti rimane sempre affascinante XD

    RispondiElimina
  7. è vero anna!! è successo anche a me una cosa del genere!! e non è banale raccontarlo ;) anzi..!! è stata una riflessione stupenda!! ciao alla prossima!!!!!! :)

    RispondiElimina
  8. @Scossaman ti ringrazio moltissimo :D

    RispondiElimina

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin