martedì 26 agosto 2014

The Hunger Games










Titolo originale: The Hunger Games
Lingua originale: inglese
Paese di produzione: USA
Anno: 2012
Durata: 142 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: fantascienza, avventura
Regia: Gary Ross
Soggetto: Suzanne Collins
Sceneggiatura: Gary Ross, Suzanne Collins, Billy Ray
Produttore: Nina Jacobson, Jon Kilik
Produttore esecutivo: Robin Bissell, Suzanne Collins, Louise Rosner
Casa di produzione: Lionsgate Color Force
Distribuzione (Italia): Warner Bros
Fotografia: Tom Stern
Montaggio: Stephen Mirrione, Juliette Welfling
Musiche: James Newton Howard
Scenografia: Philip Messina
Costumi: Judianna Makovsky

Interpreti e personaggi
    Jennifer Lawrence: Katniss Everdeen
    Josh Hutcherson: Peeta Mellark
    Amandla Stenberg: Rue
    Alexander Ludwig: Cato
    Isabelle Fuhrman: Clove
    Jacqueline Emerson: Faccia Di Volpe
    Leven Rambin: Glimmer
    Dayo Okeniyi: Thresh
    Jack Quaid: Marvel
    Elizabeth Banks: Effie Trinket
    Liam Hemsworth: Gale Hawthorne
    Willow Shields: Primrose Everdeen
    Woody Harrelson: Haymitch Abernathy
    Stanley Tucci: Caesar Flickerman
    Donald Sutherland: Presidente Snow
    Toby Jones: Claudius Templesmith
    Lenny Kravitz: Cinna
    Wes Bentley: Seneca Crane
    Sandra Ellis Lafferty: Hob Vendor
    Paula Malcomson: Mrs. Everdeen
    Raiko Bowman: mamma di Peeta
    Ethan Jamieson: Max (Distretto 4)
    Ian Nelson: Ragazzo Distretto 3
    Kalia Prescott: Ragazza Distretto 3
    Mackenzie Lintz: Ragazza Distretto 8
    Imanol Yepez-Frias: Ragazzo Distretto 9
    Annie Thurman: Ragazza Distretto 9
    Dakota Hood: Ragazza Distretto 10

Doppiatori italiani
    Joy Saltarelli: Katniss Everdeen
    Manuel Meli: Peeta Mellark
    Agnese Marteddu: Primrose Everdeen
    Alessia Corona: Rue
    Alessio Puccio: Cato
    Giulia Tarquini: Clove
    Letizia Ciampa: Faccia di Volpe
    Veronica Puccio: Glimmer
    Francesca Guadagno: Effie Trinket
    Flavio Aquilone: Gale Hawthorne
    Stefano Benassi: Haymitch Abernathy
    Roberto Pedicini: Caesar Flickerman
    Massimo Foschi: Presidente Snow
    Marco Guadagno: Claudius Templesmith
    Pino Insegno: Cinna
    Giorgio Borghetti: Seneca Crane

Premi
    4 MTV Movie Awards 2012: migliore performance maschile (Josh Hutcherson), miglior performance femminile (Jennifer Lawrence), miglior combattimento e miglior trasformazione su schermo (Elizabeth Banks)

Riflessioni Personali
 Salve Stranieri,
chi non muore si rivede... scrivere!
Ebbene sì, dopo una lunga pausa, sono tornata.
Spero che i vecchi post del blog vi abbiano tenuto compagnia :)

In questo post voglio parlarvi di una pellicola che ha fatto parlare tanto di sè e continuerà a farlo, almeno per un pò.
In genere non sono solita scrivere di film così tanto pubblicizzati e così tanto "virali" ma non mi andava neppure di escluderli per principio, specie se si rivelano un prodotto di qualità.
Mi spiego meglio...
Ho visto "The Hunger Games" molto in ritardo rispetto all'uscita delle sale, quasi in contemporanea con l'uscita del secondo capitolo della saga.
Ero piuttosto scettica, dovevo accompagnare un'amica al cinema altrimenti difficilmente avrei scelto di sciropparmi il nuovo tormentone delle adolescenti, o ameno così credevo.

The Hunger Games si è rivelato invece un buon film!
La trama come tutti saprete, e da come potete leggere nella scheda tecnica, è tratta dal libro strafortunato di Suzanne Collins.
Le idee sono buone e sono anche ben raccontate.
La forza a mio parere di un film simile è la gran dose di azione molto ben bilanciata con la storia, le vicende dei personaggi e le loro psicologie.
In questo modo "The Hunger Games" non annoia, non sembra il classico filmone per adolescenti in cerca di nuovi idoli da imitare e nemmeno il grande carico di effetti speciali senza spessore a cui una parte del cinema americano ci ha abituato.

La pellicola è invece decisamente avvincente, con una storia che regge, ben raccontata, senza troppi buchi dovuti all'adattamento dal libro; ben recitata: merito non solo della brava e giovane Jennifer Lawrence, ma anche dei bravi attori (vedi ad esempio Stanley Tucci) che ricoprono parti minori, aspetto spesso sottovalutato in molti "film di nuova generazione".
Non bisogna dimenticare costumisti e truccatori che hanno a mio parere la loro notevole parte di merito nella riuscita del film.

Il film commuove, ebbene sì, ad alcuni di voi potrebbe aver fatto piangere o comunque aver mosso delle corde della vostra sensibilità.

In altre parole, in questo post non voglio di certo dire che ci troviamo di fronte ad un film che entrerà nella storia del cinema di sempre ma di certo non è una pellicola scadente come immaginavo prima di vederlo.

Non so dirvi se prossimamente parlerò anche del secondo capitolo della saga "The Hunger Games: Catching Fire", ma posso anticiparvi che tra i due ho trovato molto più toccante il primo capitolo, nonostante anche la seconda parte delle avventure di Katniss si difenda bene.

Vi invito come sempre a lasciarmi le vostre impressioni nei commenti e a presto ^_^

trailer

martedì 28 gennaio 2014

L'ultimo Inquisitore








Titolo originale: Goya's Ghosts
Lingua originale: Inglese
Paese di produzione: Spagna
Anno: 2006
Durata: 114 min
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: 1.85:1
Genere: drammatico, storico
Regia: Miloš Forman


mercoledì 21 agosto 2013

Citazione del Giorno: "Cronaca Familiare"





"Lorenzo: Perché hai messo la nonna all'ospizio?
Enrico: Non dormi?
Lorenzo: È una cosa che disonora.
Enrico: Che cos'è il disonore?
Lorenzo: La gente ti critica.
Enrico: Che cos'è la gente?
Lorenzo: Perché mi rispondi con delle domande?
Enrico: Senti, il signor Salcchi ti sorprende con una ragazza. Tu scappi e vieni qui da me anche se è un secolo che non ci vediamo. Be' la gente sono tutti quelli ai quali non ti sei rivolto perché sapevi che non ti avrebbero capito. Noi due possiamo discuterne e non la gente."

(Cronaca Familiare di Valerio Zurlini 1962)

domenica 11 agosto 2013

Les Choristes - I Ragazzi del Coro








Titolo originale:     Les Choristes
Paese di produzione:     Francia
Anno:     2004
Durata:     95 min
Colore:     colore
Audio:     sonoro
Genere:     Drammatico, Musicale
Regia:     Christophe Barratier
Soggetto:     Christophe Barratier
Sceneggiatura:     Christophe Barratier, Philippe Lopes-Curval
Fotografia:     Jean-Jacques Bouhon, Dominique Gentil, Carlo Varini
Montaggio:     Yves Deschamps
Musiche:     Bruno Coulais
Scenografia:     François Chauvaud

sabato 3 agosto 2013

Long time no see! Let's talk about Instagram






Salve stranieri,
devo ammettere di essermi presa una lunga pausa dopo il mio ultimo post; ma eccomi tornata con la stagione estiva. :)
Quello che non cambia mai è l'ora in cui mi ritrovo a scrivere; provate ad indovinare? E' notte!

Ho in mente moltissimi contenuti da condividere con voi ma vorrei cominciare con delle piccole considerazioni superficiali e poco impegnative per riprendere i nostri incontri.

Questa sera vorrei parlarvi della mia fissazione del momento: Instagram!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin